IN QUANTI SIAMO

 

 AD OGGI IL COMITATO E' COMPOSTO DA 112 GENITORI

PRIMA ASSEMBLEA DEL COMITATO GENITORI

Il 7 novembre alle Scuole Medie si è tenuta la prima Assemblea del Comitato. 

 

Relazione Assemblea Comitato Genitori del 7 novembre 2012

 

Mercoledì 7 novembre presso il salone mensa delle Scuole Medie si è tenuta la prima assemblea del Comitato Genitori di Poggio Rusco. Quattro i punti all'ordine del giorno: 1) Nascita del Comitato ed edilizia scolastica; 2) Interventi del Comitato nei vari ambiti dell'attività scolastica; 3) Esame e votazione dello Statuto; 4) Elezioni del Consiglio.

La serata si è svolta alla presenza di una trentina di genitori.

Nelle due ore di Assemblea ci si è fermati alla discussione del solo primo punto dell'ordine del giorno in quanto il confronto tra i genitori è stato totalmente assorbito dal tema degli edifici scolastici (vecchi e nuovi).

La parola è stata inizialmente presa da Paolo Ghidini, che ha fatto una breve cronistoria di quanto è stato fatto finora, dai primi interventi di alcuni singoli genitori alla nascita del Comitato. Si è evidenziato come nel corso degli ultimi due mesi si sia accesa una serie di campanelli d'allarme che ha portato a tenere alta l'attenzione sull'edilizia scolastica. Il sommarsi di questi campanelli d'allarme è sfociato in un costante confronto con l'Amministrazione Comunale, con incontri ristretti, lettere, produzione di documenti. Ci si è avvalsi anche del parere di tecnici del settore, al fine di far valutare la documentazione in nostro possesso e acquisire nozioni sulla normativa. Le conclusioni finali alle quali si è giunti sono di preoccupazione e di sensazione di gravi ritardi e carenze. Per quanto riguarda le nuove scuole, si è disatteso il risultato del referendum; il risultato è che avremo le scuole definitive pronte tra più di un anno con una spesa maggiorata dal costo dei moduli provvisori. Quanto alle Scuole Medie permangono forti preoccupazioni sul versante della sicurezza. Manca una certificazione di agibilità provvisoria, che, a nostro parere, è documento necessario da produrre prima di iniziare l'anno scolastico. La stessa Scuola manca ancora poi del certificato di agibilità sismica previsto dalla legge. La legge prevede che questo studio di sismicità venga condotto entro dicembre 2012, ma sarebbe stato davvero il caso dei farlo durante i mesi estivi prima di mandare i bambini a scuola.

A fronte di tale situazione ci si è chiesti quali strade seguire per ottenere l'obiettivo di una scuola sicura al 100%, che è poi lo scopo da raggiungere. Le proposte sono state le seguenti: richiesta di una perizia da parte di tecnico incaricato dal Comitato; nuovo confronto diretto con l'Amministrazione con nuove richieste scritte; indizione di un'Assemblea pubblica con dei tecnici del settore per illustrare la situazione a tutta la cittadinanza; esposto alle autorità competenti. In un vivace dibattito sono state discusse tutte queste opzioni, valutandone la fattibilità e l'efficacia. Nei vari interventi è emersa una diffusa sfiducia verso l'operato dell'Amministrazione, con il richiamo alle promesse fatte durante le assemblee pubbliche e l'evidenza di situazioni critiche (la sistemazione tardiva di crepe, lo spostamento di una classe in un'altra aula causa problemi ad un neon (?!), l'effettuazione di lavori ad anno scolastico in corso ed altro).

Al termine della discussione è prevalsa la linea di indire una pubblica assemblea alla presenza di tecnici qualificati per coinvolgere il numero più alto di cittadini. Si è altresì chiesto alla sig.ra Mirto, membro del Comitato e Consigliere Comunale, di relazionarsi con l'Amministrazione Comunale per comunicare quanto emerso nel corso dell'Assemblea.